ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Italia, si allargano le inchieste sul degrado della sanità pubblica

Italia, si allargano le inchieste sul degrado della sanità pubblica
Dimensioni di testo Aa Aa

E’ un vero e proprio terremoto quello che scuote la sanità pubblica italiana, dopo l’inchiesta del settimanale Espresso sul degrado del policlinico Umberto Primo di Roma. Il ministero della salute ha annunciato controlli a tappeto su scala nazionale.

Per il presidente della commissione sanità del Senato, servono strutture più moderne. “Oggi gli ospedali devono essere più piccoli, con meno posti letto e dotati di strumenti ad alta tecnologia. Ci dev’essere più attenzione all’aspetto umano e a tutte le componenti che migliorano la degenza dei pazienti”.

Sporcizia e carenza di personale: le inefficienze si ritrovano anche in altre strutture, come il Cardarelli di Napoli. I pazienti si adattano come possono. “La notte scorsa non ho potuto chiamare l’infermiera. I campanelli non funzionavano”. Sporcizia e mozziconi di sigarette non risparmiano nemmeno le corsie, esponendo i malati al rischio di contrarre infezioni. Una situazione di degrado che ha spinto l’assessorato alla sanità della regione Campania a inviare degli ispettori.