ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si moltiplicano gli attacchi ai siti petroliferi in Nigeria

Lettura in corso:

Si moltiplicano gli attacchi ai siti petroliferi in Nigeria

Si moltiplicano gli attacchi ai siti petroliferi in Nigeria
Dimensioni di testo Aa Aa

Le installazioni petrolifere Agip ancora prese di mira in Nigeria. L’attacco, secondo fonti militari, è avvenuto la scorsa notte a Tebidaba, nel sud del paese africano.

È la seconda notizia del genere in meno di 24 ore. Stamattina tre poliziotti sono rimasti uccisi in un altro attacco sferrato contro un sito della francese Total a Obagi. Il Mend, il Movimento per l’emancipazione del Delta del Niger, che ha rivendicato le due autobombe di lunedì scorso e il rapimento di tre italiani e un libanese, si è però detto estraneo a quest’incursione, e anche alla Total si privilegia l’ipotesi del banditismo.

Gli attacchi alle installazioni petrolifere straniere non sono una novità in Nigeria. Il Mend chiede una migliore redistribuzione delle risorse fra compagnie e comunità locali.

Che la situazione si sia però deteriorata con l’avvicinarsi delle elezioni di aprile è confermato anche dalla decisione presa oggi dalla Shell di evacuare 400 fra dipendenti e loro familiari.