ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Militanti unionisti protestano contro arresti a Belfast. Scontri con la polizia

Militanti unionisti protestano contro arresti a Belfast. Scontri con la polizia
Dimensioni di testo Aa Aa

Molotov, auto incendiate e una quarantina di agenti contusi a Belfast, in Irlanda del nord, ma questa volta la politica c’entra poco. Diverse centinaia di militanti unionisti si sono scontrati con la polizia per protestare contro gli arresti compiuti in ambienti paramilitari protestanti.

Sei persone sono state fermate perché ritenute coinvolte in una faida fra gruppi armati rivali. L’inchiesta è partita dall’omicidio, il 29 luglio scorso, a Belfast, di un membro della Forza dei volontari lealisti, formazione contraria al processo di pace e sospettata di essersi riciclata nel traffico di droga. L’assassinio è attribuito dagli inquirenti alla Forza dei volontari dell’Ulster, la piu’ vecchia milizia protestante, rivale della precedente. La faida va avanti da almeno cinque anni ed ha già provocato una ventina di morti. Di recente nei quartieri popolari a est e a nord di Belfast, numerose famiglie ritenute vicine alla Forza dei volontari lealisti sarebbero state cacciate dalle proprie case dai militanti dell’altro gruppo.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.