ULTIM'ORA
This content is not available in your region

All'indomani del referendum il Partito Socialista Francese è diviso

All'indomani del referendum il Partito Socialista Francese è diviso
Dimensioni di testo Aa Aa

La vittoria del No al referendum non è solo un grattacapo per il governo. Anche il partito socialista francese all’indomani della vittoria del No alla costituzione europea e dilaniato dalle polemiche. I socialisti avevano indetto una consultazione interna e il risultato era stato del 59% a vantaggio del Sì, ma una cospicua parte del partito è rimasta contraria. Il segretario François Hollande, non vede però la sua carica in bilico: “Non è un problema per i socialisti. Abbiamo fatto una scelta coraggiosa e l’abbiamo fatta democraticamente”. Da parte sua Laurent Fabius, leader dell’ala sinistra del partito, ha incassato la vittoria e cerca adesso di abbassare il tono dello scontro. Secondo i deputati a lui più vicini non sarebbe in causa la leadership del segretario. Il risultato del referendum obbliga però il partito a spostare la barra a sinistra e ascoltare il messaggio che giunge dall’elettorato anche in vista delle presidenziali del 2007. Messaggi distensivi che potrebbero precedere un regolamento di conti all’interno del maggior partito della sinistra francese.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.