ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Russia: la contro-manifestazione dei comunisti

Russia: la contro-manifestazione dei comunisti
Dimensioni di testo Aa Aa

Rimpiangendo Stalin, i comunisti russi si sono dissociati dalle celebrazioni ufficiali.

Ricordando che 60 anni fa vinceva il comunismo sul nazifascimo, circa settemila persone hanno preso parte a una contro manifestazione nella vasta piazza davanti alla stazione Bielorussia. A arringare gli ultimi nostalgici il leader comunista Ghennadi Ziuganov. Non sono mancati i momenti di tensione. Un’ottantina i fermi tra i militanti delle formazioni più radicali. La maggiorparte degli arresti sono scattati intorno alle nove di mattina come misura preventiva, stando alla polizia, in molti casi infatti si preparavano azioni di provocazione. Tra gli slogan scanditi dai manifestanti “Gloria a Stalin, gloria all’unione sovietica”. Non sono state risparmiate neppure le critiche contro il Cremlino: “Il fascismo di stato non passerà”. Putin è stato definito nemico numero uno della Russia.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.