ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Crolla il prodotto interno lordo. Raddoppia la disoccupazione

Crolla il prodotto interno lordo. Raddoppia la disoccupazione
Dimensioni di testo Aa Aa

Metà della popolazione dei Territori Palestinesi è sotto la soglia della povertà. Lo diceun rapporto della Banca mondiale.

Che le cose non andassero bene, gli abitanti dei Territori, se ne erano già accorti. “Non c‘è lavoro – afferma quest’uomo residente in un campo profughi della Striscia di Gaza – non ci sono soldi, la situazione è difficile e tutti lo sanno”. L’economia palestinese a un passo dal baratro E dallo scoppio della seconda Intifada le cose sono peggiorate. I controlli rigidi alle frontiere hanno bloccato il commercio, reso difficili gli scambi tra villaggi e aree urbane. In cinque anni tutto è peggiorato: prodotto interno lordo, disoccupazione, soglia di povertà. Sulle ragioni del crollo gli economisti non hanno dubbi. Colpa delle limitazioni imposte da Israele. Ne è convinto questo analista britannico. “L’aumento della disoccupazione e della povertà sono causati dai posti di blocco e dal coprifuoco introdotti nei Territori”. Oggi 600 mila palestinesi non sono in grado di provvedere ai propri bisogni primari: cibo, vestiti, una casa. L’attuale recessione, senza gli aiuti della comunità internazione, sarebbe ancora più drammatica. Ogni anno i paesi donatori mettono a disposizione dei palestinesi 730 milioni di euro. Se il programma di assistenza venisse interrotto altre 250 mila persone si troverebbero al di sotto della soglia di povertà.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.