ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, alla sbarra il cantante accusato di favorire l'immigrazione clandestina

Lettura in corso:

Francia, alla sbarra il cantante accusato di favorire l'immigrazione clandestina

Francia, alla sbarra il cantante accusato di favorire l'immigrazione clandestina
Dimensioni di testo Aa Aa

Cantante di professione, ma anche organizzatore d’immigrazione clandestina. Almeno secondo i giudici francesi che lo stanno processando da oggi. Papa Wemba, il re del “rumba rock”, 55 anni, congolese con passaporto belga, è accusato, insieme ad altre 7 persone, di aver accettato denaro da emigranti clandestini che alla frontiera francese figuravano come suoi collaboratori.“Lui si prende la sua responsabilità – dice l’avvocato difensore – ma non intende servire da copertura per gli altri coimputati”.Il caso scoppió nel 2000, quando Papa Wemba si presentó a Parigi con un seguito di 200 orchestrali: ma quasi nessuno aveva uno strumento musicale. Arrestato, il cantante ha scontato 4 anni di carcere. Se sarà riconosciuto colpevole rischia 10 anni di reclusione e 750 mila euro di multa.