ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Strage di reclute in Iraq

Strage di reclute in Iraq
Dimensioni di testo Aa Aa

Una cinquantina di corpi allineati in una strada a nord est di Bagdad: è stata un’esecuzione in piena regola contro il nuovo esercito iracheno. Le vittime ieri notte sono state fatte sdraiare e poi freddate la maggior parte con un colpo alla testa. Erano quasi tutte reclute di ritorno da venti giorni di addestramento nella base di Kirkuk, erano dirette ad Amara e Kut, loro città d’origine. Tra i morti figurano anche alcuni civili, probabilmente gli autisti dei mezzi militari. Un altro episodio di sangue ha segnato questa domenica irachena: un colpo di mortaio ha ucciso un ufficiale della sicurezza dell’ambasciata statunitense a Bagdad. E’ il primo diplomatico americano a perdere la vita in Iraq. La sua vettura è stata raggiunta dal fuoco dei guerriglieri lungo una strada che conduce all’aeroporto.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.