Skip to main content

Le piccole e medie imprese sono il motore dell'economia europea. L'80% degli impieghi creati negli ultimi cinque anni in Europa sono stati in una PMI. In Business Planet, alcuni imprenditori ci svelano i segreti del loro successo
  • - Per combattere i cambiamenti climatici, L'Unione Europea punta a produrre il 20% della sua energia da fonti rinnovabili entro il 2020. Questa transizione richiede sostegno ed investimenti.
  • - L'economia sociale può aiutare a facilitare questo processo di transizione. Nell'Unione Europea l'economia sociale conta per il 10% del PIL europeo ed il 6% dell'occupazione totale. Ed è in crescita.
  • - REScoops rappresenta una nuova generazione di cooperative che innovano e migliorano il mercato dell'energia. Questa Federazione delle Cooperative di produzione energetica da fonti rinnovabili consente la partecipazione diretta dei cittadini a progetti legati all' energia rinnovabile. Ogni membro può essere coinvolto nel modo in cui l'energia viene prodotta e consegnata.
  • - REScoops ha circa 3000 membri in Europa. Il movimento di REScoop.eu riunisce l'esperienza di oltre 400 gruppi locali e regionali oltre a cooperative di cittadini e fornisce supporto tecnico e finanziario a nuovi progetti.
  • - La nascita di nuovi modelli imprenditoriali attraverso l'economia sociale è stata sostenuta all'evento di Strasburgo di quest'anno sull'Iniziativa per l'Imprenditoria Sociale Europea (European Social Business Initiative) che ha puntato a creare condizioni favorevolli all'imprenditoria sociale.

Link utili

  • - Internazionalizzazione è una parola chiave per lo sviluppo dell'economia, una tendenza in espansione, considerate le aspettative per i mercati dei paesi emergenti ed in via di sviluppo che entro il 2030 dovrebbero contare per il 60% del PIL mondiale. Al momento il tasso di esportazione delle Piccole e Medie Imprese dell'Unione Europea è del 25%, di queste il 13% esporta in paesi fuori dell'Unione.
  • - L'internazionalizzazione è fortemente legata all'innovazione. Delle imprese che sono attive a livello internazionale, circa la metà ha introdotto nuovi prodotti o servizi negli ultimi tre anni rispetto a soltanto il 20% delle PMI che non sono internazionalizzate.
  • - I distretti (o cluster) di imprese facilitano le PMI nel diventare più innovative ed internazionali. L'internazionalizzazione dei propri membri è una delle principali priorità del cluster FEMAC per i propri membri, i quali hanno in media il 50% del proprio giro di affari con l'estero. Questo distretto di imprese della Catalogna, in Spagna, è conosciuto per l'eccellenza della sua gestione.
  • - La European Cluster Collaboration Platform è una piattaforma aperta a tutte le organizzazioni di cluster europei che vogliano trovare partner, sviluppare attività congiunte per assistere i propri membri, soprattutto le PMI, a diventare internazionali.

Link utili

    Internazionalizzazione attraverso i distretti di imprese

  • Innovazione, la chiave della ripresa economica della Spagna
    27/06 11:19 CET

    Innovazione, la chiave della ripresa economica della Spagna

    L'economia spagnola sta registrando di nuovo una crescita del 4% nel primo e secondo trimestre. Una delle spiegazioni di questo risultato è l'innovazione adottata dagli imprenditori per ottenere…

  • - Gli investimenti della "Politica di coesione" hanno sostenuto oltre 70.000 start-up e più di 250.000 posti di lavoro sono stati creati nelle PMI con quasi 70 miliardi di euro per il periodo 2007-2013.
  • - Per il periodo 2014-2020, con un budget totale di oltre 350 miliardi di euro, la nuova politica di coesione punta a migliorare significativamente il sostegno alle PMI.

Link utili

    Fondi UE per le PMI

  • Fondi europei per le PMI, un esempio di successo a Praga
    13/06 11:15 CET

    Fondi europei per le PMI, un esempio di successo a Praga

    In questa puntata di Business Planet, presentata da Serge Rombi, da Praga (Repubblica Ceca) vediamo come i fondi europei destinati alle PMI permettono loro di innovare e di svilupparsi. Cinque…

  • - L'economia sociale rappresenta il 10% del Pil dell'Unione Europea e occupa il 6% della sua forza lavoro.
  • - Avviare un'impresa sociale, ovvero unire un business che generi profitti a un beneficio sociale, può essere complicato.
  • - Il social franchising incrementa il tasso di sopravvivenza delle imprese sociali in ogni tipo si dettore. Attraverso di esso si acquisiscono delle competenze e l'uso di un modello di business già consolidato consente di competere sul mercato.
  • - Questa pratica è stata riconosciuta in occasione della conferenza 2014 dell'Iniziativa europea per l'imprenditoria sociale, che mira a creare un ambiente favorevole per le imprese sociali.
  • - Quest'anno la conferneza sulla Social business initiative europea, che ha lo scopo di sviluppare un ambiente favorevole alla imprese sociali, ha riconosciuto la pratica del franchising sociale. Che ha anche una sua organizzazione continentale, la quale promuove questa forma di business anche a livello continentale.

Link utili

Le precedenti edizioni

  1. La Valle di Cadore rinasce col franchising sociale
  2. Come creare un'impresa grazie all'università
  3. Imprenditori senior: nuovo trend in Europa
  4. Il successo si ottiene con la semplificazione
  5. In Corea c'è spazio per le imprese europee
  6. Come conquistare il mercato giapponese
  7. Cyber Business Angels
  8. Cluster, la tendenza del tessile
  9. Insegnare l'imprenditoria. Così Bilbao vince la disoccupazione
  10. Aumentare l'efficienza energetica
  11. La corsia preferenziale per fare network
  12. Il turismo culturale è un buon affare
  13. Crescere quotandosi in Borsa
  14. Nano e biotecnologie: da qui riparte la competitività Ue
  15. Cessione d'impresa, il segreto del successo è nella cooperativa
  16. I cluster piú quotati
  17. Una cooperativa contro la crisi. A Syros è già un successo
  18. Italia: contratti di rete delle pmi, "l'unione fa la forza"
  19. Nuove energie, nuove opportunità
  20. Una startup perfetta
  21. A Malta con JEREMIE, l'iniziativa europea che fa decollare le PMI
  22. Da polvere a barriera anti-rumore, lo pneumatico diventa materiale eco-compatibile
  23. Imprenditori in Erasmus per acquisire nuove esperienze
  24. Solidali e vincenti: le imprese sociali
  25. Cina: proprietà intellettuale, uno scudo contro i prodotti falsi
  26. Imprese: il duo belga che resiste alla crisi
  27. Donne imprenditrici che sfidano la crisi: tappa a Oporto
  28. Il successo di una piccola impresa irlandese grazie al microcredito europeo
  29. Eco Innovazione: le Pmi si uniscono per essere forti e competitive
  30. Estonia: inesauribili risorse per le PMI
  31. I capitali rischio: un sostegno per le imprese
  32. Puntare sul verde per crescere
  33. Cooperative: solidarietà e competitività
  34. Spagna: non solo crisi, ma anche impresa
  35. Rafforzare l'imprenditoria femminile
  36. Dalla ricerca al business
  37. Fare impresa nelle aree rurali grazie all'e-commerce
  38. Distretti industriali per sopravvivere alla crisi
  39. Le donne e l'imprenditoria: una grande risorsa economica
  40. Galles: la carica degli Imprenditori in erba
  41. Affari di famiglia
  42. Francia: la regione dell'Auvergne paradiso per gli imprenditori
  43. Seguire l'idea vincente
  44. Offrire una seconda opportunità alle PMI
  45. Fare business con il riciclo dei rifiuti elettronici
  46. Diventare imprenditori. Anche se si appartiene a una categoria svantaggiata
  47. Il "crowdfunding". Un finanziamento per il futuro
  48. Il successo dei cluster "verdi"
  49. Il dinamico mondo imprenditoriale di Timisoara
  50. Un progetto su misura per le donne
  51. Ecolabel: il marchio ecologico europeo che aiuta l'ambiente, e gli affari
  52. Rilevare un'impresa: domanda e offerta si incontrano a Barcellona
  53. Business Angels, investitori a sostegno delle giovani PMI
  54. La Cina attira le PMI europee

Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?