Prezzi dell'energia a livelli record: come investire nei mercati finanziari?

Di Damon Embling
Prezzi dell'energia a livelli record: come investire nei mercati finanziari?
Diritti d'autore  euronews   -  

I prezzi globali dell'energia hanno raggiunto livelli record. Ma quali sono le opportunità per un trader? Lo abbiamo chiesto a Tony Greer, redattore di Morning Navigator. Cosa sta succedendo nel mercato dell'energia?

"Il mercato dell'energia oggi è guidato dalla volontà politica di porre fine alla dipendenza dai combustibili fossili e arrivare alla neutralità carbonica, possibilmente a una velocità superiore a quella sostenibile dalla nostra economia - dice Greer -. I politici degli Stati Uniti e dell'Ue stanno provando a raggiungere questo obiettivocancellando gli oleodotti, le trivellazioni nelle terre federali e scoraggiando gli investimenti nel settore. Questo crea un mercato molto volatile e negoziabile, in cui il prezzo spot è molto più caro rispetto ai prezzi futuri. Ciò accade perché i commercianti stanno cercando di assicurarsi l'approvvigionamento immediato in uno scenario in cui le scorte sono basse. Questo scenario, in generale, è altamente negoziabile".

Come si può fare trading in questo mercato?

Io ho acquistato il petrolio e i fondi negoziati in borsa sul petrolio quando sono scesi al supporto delle medie mobili, da qualche parte tra le medie mobili a 50, 100 e 200 giorni, e ho cercato di vendere il petrolio sui rialzi, quando si allontana dalle medie mobili verso nuovi massimi. Se si guarda al grafico che illustra le attuali opportunità del mercato, le azioni del settore energetico rendono più del petrolio. Ci troviamo in questo scenario perché Joe Biden sta riversando la riserva strategica di petrolio sui mercati e sta facendo scendere il prezzo della benzina in vista delle elezioni di metà mandato. I titoli azionari del petrolio non sembrano voler seguire questa tendenza. 

Quali sono le prospettive a lungo termine?

A lungo termine, finché la volontà politica di porre fine alla nostra dipendenza dai combustibili fossili sarà quella di oggi, manterrò una visione davvero positiva sul prezzo del petrolio e sui mercati energetici. Il rischio per me, in questo momento, è probabilmente un cambio di leadership con una politica energetica più ragionevole o un'inversione di tendenza nel percorso per raggiungere la neutralità carbonica.