PMI e spinta finanziaria

Access to the comments Commenti
Di Euronews
PMI e spinta finanziaria

<p>Questa è la storia di una piccola impresa creata in Polonia da due soci nel luglio 2011, con un capitale di soli 1500 euro.</p> <p>Per essere competitiva sul mercato dei mobili da cucina personalizzati, questa azienda aveva bisogno di comprare due macchinari del valore di 20mila euro. </p> <p>Problema: è stato molto difficile ottenere <a href="http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/index.html" rel="external">un finanziamento</a>, perché l’azienda non aveva una storia personale di credito alle spalle. É solo grazie a un sistema di leasing sotteso agli <a href="http://europa.eu/about-eu/funding-grants/index_it.htm" rel="external">strumenti finanziari messi a disposizione dell'Unione europea</a>, che questi imprenditori sono riusciti a realizzare il loro sogno. </p> <p>Paweł Tomczyk, proprietario 3TOP:<br /> “Attraverso questo primo leasing, abbiamo iniziato a creare la nostra storia di credito. Ci siamo dimostrati dei buoni imprenditori e siamo riusciti ad ottenere un altro leasing per l’acquisto di un mezzo per l’autotrasporto dei mobili, che ci ha permesso di evitare altri costi.”</p> <p>Oltre alla conquista della fiducia delle banche, questo sistema di leasing ha consentito all’azienda di crescere e nei prossimi mesi dovrebbe aprire anche un nuovo showroom a Lublino (pronuncia: Loubline), la più grande città della Polonia orientale.</p> <p>Paweł Tomczyk, proprietario 3TOP: <br /> “Il primo anno di attività avevamo solo due dipendenti, ora ne abbiamo 10. Il nostro fatturato attualmente è 10 volte superiore.”</p> <p>Serge Rombi, euronews: “Perché gli strumenti finanziari europei sono interessanti per le <span class="caps">PMI</span>? Come ne possono beneficiare? Ecco qui subito, alcune risposte.”</p> <p>In primo luogo, questi strumenti finanziari europei possono assumere forme diverse a seconda delle esigenze degli imprenditori: credito, leasing, garanzie bancarie, venture capital.<br /> Negli ultimi 5 anni, hanno aiutato più di 300mila Piccole e Medie Imprese in giro per l’Europa e continueranno a farlo fino al 2020, con il nuovo programma europeo <a href="http://ec.europa.eu/easme/en/cosme-eu-programme-competitiveness-enterprises-and-small-and-medium-sized-enterprises-smes" rel="external">COSME</a>. </p> <p>Arkadiusz Lewicki, direttore dell’agenzia nazionale polacca per i finanziamenti europei:<br /> “Il maggior vantaggio per gli imprenditori è che non c‘è alcun costo aggiuntivo, il periodo di finanziamento è più lungo, le procedure sono semplificate e il contributo personale non è essenziale, e in ogni caso è inferiore.”</p> <p>Altre caratteristiche degli strumenti finanziari sono: che gli intermediari locali possono creare prodotti specifici e su misura per le esigenze dei loro mercati; che questi sono anche gli stessi che decidono – con i medesimi criteri – i termini del contratto e le esatte condizioni di finanziamento. </p> <p>Arkadiusz Lewicki, direttore dell’agenzia nazionale polacca per i finanziamenti europei:<br /> “Gli appaltatori devono semplicemente avvicinarsi al loro piu vicino punto di contatto del programma, che puó essere una banca o un organismo di leasing. Poi, tutto viene fatto da là: un unico punto per tutto (one-stop-shop).”</p> <p>Chiave del successo</p> <p>Paweł Tomczyk, proprietario 3TOP:<br /> “Per noi, la chiave del successo è stata aver trovato la migliore forma di finanziamento, ma anche avere reinvesto i profitti durante i primi anni di attività!”</p>