This content is not available in your region

Sequestri di droga ad Anversa, l'epicentro del mercato della cocaina in Europa

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Sequestri droga
Sequestri droga   -   Diritti d'autore  AP Photo/Virginia Mayo   -  

I sequestri di sostanze stupefacenti nel porto di Anversa non si fermano con quasi 36 tonnellate di droga scoperte nella prima metà dell'anno, hanno annunciato le autorità belghe.

Nel 2017 sono state recuperate circa 41 tonnellate di droga e le quantità sequestrate sono aumentate di anno in anno fino a raggiungere le 65,5 tonnellate nel 2020.

Il 2021 è stato un anno eccezionale con oltre 89 tonnellate di sostanze stupefacenti scoperte dalle squadre anti droga: le operazioni hanno avuto esito positivo dopo che gli investigatori hanno violato il servizio di messaggistica criptata Sky ECC e intercettato un miliardo di messaggi durante un'indagine durata due anni.

Ma il direttore generale della Dogana belga, Kristian Vanderwaeren, ha dichiarato ai giornalisti che - anche se i sequestri legati all'operazione Sky ECC sono stati rimossi dai dati del 2022 - è evidente un aumento dei tentativi di importazione di cocaina.

Vanderwaeren ha affermato che l'invio di droga in Europa è più redditizio per i cartelli colombiani e di altri Paesi, in considerazione del fatto che "non devono lavorare con i cartelli messicani che si trovano nel mezzo e che traggono i maggiori profitti dalla droga esportata negli Stati Uniti" e perché il 'prezzo al dettaglio' della cocaina è più alto in Europa.

In un report Europol dell'anno scorso, l'agenzia ha descritto il Belgio e i vicini Paesi Bassi come "l'epicentro" del mercato della cocaina nel Vecchio Continente.

Durante un evento dimostrativo ad Anversa, i funzionari doganali hanno anche mostrato un nuovo dispositivo di scansione mobile utilizzato durante i controlli, che consente di effettuare i controlli vicino alle navi container mentre il carico viene scaricato.