This content is not available in your region

Carenza di materie prime, non ci sono abbastanza bottiglie

Access to the comments Commenti
Di Pedro Sacadura
Image
Image   -   Diritti d'autore  Virginia Mayo/The Associated Press   -  

L'aumento dei costi di produzione e le interruzioni della catena di approvvigionamento stanno mettendo in ginocchio i produttori di birra belgi. Aziende come la Huyghe Brewery nelle Fiandre stanno finendo le bottiglie.

Ora bisogna fare affidamento su riserve limitate che provengono dalla Russia per soddisfare la domanda.

Alain De Laet, AD Brewery Huyghe:  “È, essenzialmente, una 33cl. Una bottiglia di tipo Apo. So che altri produttori di birra stanno lavorando con la bottiglia di steinie, per molti è un problema impellente. C'è davvero un grosso problema per noi, perché esportiamo per l'87%. Quindi, quelle bottiglie non torneranno".

Pedro Sacadura:  “Attualmente questo birrificio, con 110 dipendenti, produce 250mila ettolitri di birra all'anno (1hL=100L). Ma si teme che il fatturato possa scendere fino al 20% se la crisi dovesse continuare per tutta l'estate".

I prezzi della vetreria sono saliti alle stelle a causa dell'aumento dei costi energetici mentre i produttori cercano di aumentare la produzione.

Passare alle lattine potrebbe essere una soluzione per diversi produttori di birra che necessitano di bottiglie di vetro, ma ci sono anche problemi globali con l'alluminio.

I rappresentanti dell'industria della birra affermano che le aziende più piccole hanno maggiori probabilità di essere colpite dalla crisi.

Simon Spillane, Direttore degli Affari Pubblici, Brewers of Europe:  “Sicuramente la situazione influenzerà alcuni produttori di birra più di altri. Questo dipende davvero da qual è il loro mix di packaging. Da dove prendono i loro rifornimenti? In quale paese operano? È un sistema di bottiglie a rendere? Riciclabile? L'azienda esporta molto fuori dall'Europa? Esiste una specificità per le singole società. Penso che potenzialmente ci saranno effetti a catena sui prezzi al consumo. Voglio anche dire che alcune aziende potrebbero dover interrompere la produzione".

Questo è l'ennesimo colpo per il settore della birra danneggiato in Europa. Nel continente, i birrifici creano oltre 2 milioni di posti di lavoro lungo la catena, dal grano al vetro.

Mentre la già fragile economia europea cerca di riprendersi sulla scia della pandemia di Covid-19.