This content is not available in your region

Ultimo vertice europeo a Bruxelles: la difesa priorità assoluta

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Ultimo vertice europeo a Bruxelles: la difesa priorità assoluta

<p>I capi di Stato e di governo dell’Unione europea si incontrano per l’ultimo vertice dell’anno. L’incontro è previsto in tarda mattinata a Bruxelles. L’ordine del giorno di questo Consiglio europeo, concentrato in un solo giorno, è denso. I 28 discuteranno della sicurezza interna, della politica migratoria, della crescita e della Brexit. Ma è il tema della difesa che potrebbe monopolizzare la riunione. L’Unione deve garantire la propria sicurezza, ma richiede risorse aggiuntive.<br /> Il 28 faranno anche il punto della situazione in Siria. Il presidente della Commissione europea ha lanciato ieri un appello per la fine dei combattimenti.</p> <p>La corsa per la presidenza del Parlamento europeo è aperta. I principali gruppi politici hanno nominato i loro candidati. Antonio Tajani rappresenterà il Partito Popolare, un altro italiano Gianni Pittella difende i valori dei socialdemocratici. La belga Helga Stevens parlerà a nome dei conservatori e riformisti e, infine, la Sinistra europea sosterrà Eleonora Forenza.<br /> Ma dietro questo assetto si nasconde l’ombra dell’ex primo ministro belga Guy Verhofstadt. Il presidente del gruppo liberale non è stato ufficialmente dichiarato candidato, ma secondo alcuni la sua nomina sarebbe un buon compromesso.<br /> Questa elezione potrebbe segnare la fine della alternanza tradizionale in parlamento tra i socialdemocratici e i democristiani. Prima di lasciare il suo ufficio, l’attuale Presidente Martin Schulz ha voluto inviare un ultimo messaggio.</p> <p>Il sistema di navigazione satellitare europeo Galileo, sta dando i suoi primi frutti. Questo dispositivo fornirà il supporto per le operazioni di emergenza in mare o in montagna. La navigazione sarà anche più precisa per i cittadini. Galileo deve infatti competere con il <span class="caps">GPS</span> americano. Ma bisognerà aspettare fino al 2020 ed il lancio degli ultimi satelliti per raggiungere la piena capacità operativa del sistema.</p>