This content is not available in your region

Partenariato orientale, a Riga il confronto tra Bruxelles e Mosca

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Partenariato orientale, a Riga il confronto tra Bruxelles e Mosca

<p>Crescono subito i toni a Riga, dove si sono aperti i lavori del Partenariato orientale, la riunione tra Unione europea e sei Paesi extraeuropei dell’area orientale. Appena giunto nella capitale lettone, il Presidente ucraino ha puntato il dito contro Mosca.</p> <p>“Abbiamo ormai la prova certa della presenza dell’esercito russo nel nostro Paese” ha dichiarato Poroshenko “Come avrete già saputo l’Osce e la Croce Rossa Internazionale hanno diffuso un comunicato nel quale hanno spiegato che tra alcuni dei soldati presenti nei nostri ospedali, una parte è russa. Sono militari dell’esercito regolare di Mosca”. </p> Se Kiev promette di essere sulla giusta strada per garantire la riforma del Paese nella direzione richiesta dall’Europa, Bruxelles conferma lo stanziamento di 2 miliardi di euro per investimenti in Ucraina, Moldavia e Georgia. Restano i nodi aperti con Bielorussia, Armenia e Azerbaigian, che sembrano preferire Mosca a Bruxelles. <p>“Nessun Paese dovrebbe scegliere tra Unione europea e Russia. Credo che la riunione odierna serva a ribadire il nostro impegno per un partenariato orientale, ma anche che ogni Paese deve decidere cosa è meglio per sé”. </p> <p>Seppure non coinvolta direttamente Mosca resta, nel bene e nela male., la vera protagonista dei negoziati di Riga. Angela Merkel si è affrettata a spiegare che il partenariato non è contro la Russia, ma l’uomo di Putin a Bruxelles non la pensa così. <br /> “Alcuni stati membri non guardano semplicemente al partenariato orientale come a uno strumento per integrare i Paesi coinvolti all’Unione europea, pensano invece ad allontanarli dalla Russia” </p> <p>Altro fuori programma della riunione di Riga, è la Grecia. Secondo fonti europee nella due giorni di lavori in Lettonia dovrebbe uscire anche la bozza finale di un accordo tra Atene e l’Eurozona.</p>