This content is not available in your region

Mali: un pantano o una Afrighanistan?

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Mali: un pantano o una Afrighanistan?

<p>Benritrovati da Chris Burns e benvenuti a The Network. Tra un attimo ci collegheremo coi protagonisti dell’attualità per analizzare il punto centrale di un argomento. Ma attenzione i nostri ospiti hanno al massimo 25 secondi per rispondere. </p> <p>L’attacco a sorpresa del governo francese ai ribelli jihadisti e la loro conseguente inaspettata avanzata a sud, verso la capitale Bamako.<br /> L’intervento potrebbe finire in un pantano?</p> <p>La Francia e gli altri paesi occidentali hanno atteso in vano per mesi che venissero dispiegate truppe africane. Il tentativo dell’Occidente era spingere i ribelli fuori dal nord del paese dove circa un anno fa hanno conquistato il potere, con un colpo di stato che ha indebolito il governo malese.</p> <p>Sostenendo la sua ex colonia la Francia rischia che si rinforzi la percezione del FranqueAfrique, il sostegno a governanti corrotti in cambio di favori commerciali.</p> <p>Le conseguenze di una possibile caduta del governo del Mali sono state considerate catastrofiche, senza un potere centrale lo Stato africano potrebbe trasformarsi in un Afrighanistan</p> <p>La Francia ha ottenuto l’appoggio di diversi paesi ma non l’invio di truppe sul territorio. Un leader dei ribelli ha affermato che l’attacco francese ha aperto i cancelli dell’inferno. Si rischia il pantano.</p> <p>In collegamento con questa edizione di The Network:</p> <p>Qui dal Parlamento Europeo di Brixelles: <span class="caps">ARNAUD</span> <span class="caps">DANJEAN</span>, presidente della commissione parlamentare per la sicurezza e la difesa ed ex consulente per l’esercito francese</p> <p>Da Bamako:PHILIPPE <span class="caps">BOLOPION</span>, Direttore di Human Rights Watch delle Nazioni Unitie che ha criticato sia il governo che le forze ribelli del mali</p> <p>Dalla sede di Euronews di Bruxelles: <span class="caps">NICHOLAS</span> <span class="caps">WESTCOTT</span>, Direttore generale per l’Africa del Servizio europeo per l’azione esterna, che ha promosso gli aiuti in Mali</p>