Angola: lo sminamento nelle province orientali ha rilanciato l'economia

Angola: lo sminamento nelle province orientali ha rilanciato l'economia
Diritti d'autore  euronews   -  
Di Chris Burns  & Dinamene Cruz

Mines Advisory Group (Mag) è una ong impegnata nella rimozione delle mine nelle province orientali dell'Angola. Con il sostegno del governo angolano, l'ong ha ripulito più di mille ettari di campi minati, offrendo alle comunità locali condizioni ideali per ristabilirsi, svilupparsi e prosperare. 

La guerra civile in Angola è terminata 20 anni fa, ma la sua eredità si fa ancora sentire: le mine antiuomo hanno bloccato le attività di agricoltori e costruttori, e influito negativamente sulla vita di migliaia di famiglie. Per localizzarle e rimuoverle è servito un lavoro minuzioso.

"Mag ha compiuto un difficile lavoro di bonifica delle aree minate affinché la nostra popolazione potesse camminare senza rischi", dice Daniel Traide Souza, amministratore del Comune di Lucusse. Tra le persone impegnate nelle attività dell'ong c'è Deolinda Raquel Chihinga, che si occupa di sensibilizzare la comunità sull'argomento.

L'opera di sensibilizzazione delle vittime delle mine

Minga, come viene soprannominata, è stata vittima di una mina quando aveva solo sei anni. "Le mine distruggono la vita degli esseri umani e danneggiano la comunità - dice Chihinga -. Vengono collocate sotto gli alberi o messe in buche scavate nel terreno". L'attività di Minga, che oggi ha 18 anni ed è diventata madre da poco, aiuta chi le sta intorno a sentirsi più sicuro. "Mi sento più felice quando sono con gli altri - dice Chihinga - visto che una mina stava per togliermi la vita. Io sono una sopravvissuta".

Euronews
Deolinda Raquel Chihinga è stata vittima di una mina quando aveva sei anni: oggi sensibilizza la comunità locale sull'argomentoEuronews

Per Minga le donne svolgono un ruolo importante nella ripresa di una regione il cui paesaggio è ancora segnato dall'eredità della guerra. Non è raro vedere sulla strada mezzi militari distrutti e arruginiti. "Le donne hanno svolto molti lavori di pulizia in queste zone - dice Chihinga -. Alcune di loro hanno anche svolto un'opera di sensibilizzazione per allertare la comunità".

Agricoltura, turismo ed edilizia: l'economia riparte

Le mine antiuomo hanno bloccato molte costruzioni nella zona. "Non potevamo camminare liberamente con tutte quelle mine, quindi non si poteva nemmeno costruire. Grazie a Dio lo sminamento è stato efficace", dice Salvador Fernando, un costruttore locale. Le mine hanno avuto un forte impatto anche sull'agricoltura. "Chi ha davvero una passione per l'agricoltura non deve arrendersi - dice Teresa Castro, proprietaria di un'azienda agricola -. Quando ho iniziato avevo un solo ettaro, ma oggi posso dire di lavorare su 400 ettari".

Secondo gli amministratori locali lo sminamento ha permesso di sbloccare le potenzialità di diversi settori. "Il comune di Locusse ha un grande potenziale in termini di agricoltura e di turismo, oltre che di sviluppo dell'edilizia - dice Souza -. Abbiamo l'illuminazione pubblica, anche se solo in alcuni quartieri. Siamo anche riusciti, nell'ambito della responsabilità del nostro governo provinciale, a collocare alcuni pannelli solari che forniscono luce nelle ore notturne". Dopo uno sforzo durato anni, la comunità locale vede la luce in fondo al tunnel e guarda con ottimismo al futuro.