Francia: la Festa delle luci illumina Lione

Lione, città delle luci
Lione, città delle luci   -   Diritti d'autore  Euronews
Di Euronews

Un invito al sogno, al viaggio, alla condivisione, alla poesia e al movimento. Dall’8 dicembre per quattro giorni Lione si accende per la tradizionale Festa della luci, anticipazione della magia del Natale. La città vibra, riflette la luce diventando la cornice ideale per magistrali spettacoli luminosi.

Un'edizione all'insegna di inclusione ed eco-responsabilità, spiega il sindaco di Lione, il verde Grégory Doucet: "Volevamo, come lo scorso anno, che la festa fosse più aperta, più accessibile possibile per le famiglie e per i bambini. È una festa partecipata dal momento che quattro opere sono state realizzate insieme agli abitanti e poi vogliamo che sia una festa all’insegna dell’eco-responsabilità. Le opere si basano sulla tecnologia Led, il che significa che il consumo energetico è estremamente limitato. Ci abbiamo messo molto entusiasmo e molta energia, quindi siamo davvero felici quest’anno di poter accogliere i visitatori, oltre agli abitanti, perché è prima di tutto una festa per le lionesi e i lionesi".

Pannelli immensi, disposti in parallelo: l'installazione Unicode 3D è quasi un invito a giocare a ping-pong con palline led, spiega l’artista Fred Sapey-Triomphe. “Si parte da qualcosa di ludico, quasi un gioco da bambini, la pallina da ping-pong, un gioco comune, banale che si trasforma in modo sorprendente grazie alla magia di un montaggio elettronico su un pannello di pixel. Si parte un po’ dal concetto della torre di Babele: un insieme infinito di lingue si fonde grazie al sistema informatico Unicode che permette su uno smartphone, su un computer, di scrivere tutte le lingue del mondo incluso l'egiziano classico, il persiano antico, fino alle emoji. E poi ci sono caselle vuote per le lingue del futuro".

"Una festa di luci e suoni, quest’anno a Lione, praticamente senza restrizioni - commenta Patrícia Tavares di Euronews - La città francese si illumina per quattro giorni. Al calare della notte, monumenti storici, edifici pubblici, piazze e parchi diventano tele per opere d'arte di luce. Un evento poetico che ci porta fuori dall'oscurità e ricorda che tutte le facciate possono essere ricostruite se riaccendiamo la nostra luce".