Il giallo-Litvinenko: una serie tv racconta il caso dell'ex agente del KGB avvelenato a Londra

Una serie tv sul caso-Litvinenko.
Una serie tv sul caso-Litvinenko.   -   Diritti d'autore  ITVX
Di Cristiano Tassinari  & Euronews Cult

Un'agghiacciante rivisitazione di uno dei più famosi omicidi di spionaggio dei dopo Guerra Fredda.

In una miniserie tv (che arriverà a gennaio anche in Italia), l'attore scozzese David Tennant (51 anni) interpreta Alexander Litvinenko, l'ex agente del KGB avvelenato con un tè al polonio-210 nel Pine Bar del Millennium Hotel di Londra, il 1° novembre 2006.

Prima di morire, 22 giorni dopo, Litvinenko accusò Vladimir Putin, di cui era divenuto oppositore, di aver ordinato il suo omicidio.

⏩ Una storia vera

Racconta il protagonista David Tennant
"Eravamo tutti motivati a ​far bene il film, è uno di quei lavori in cui tutti sentono il peso della responsabilità, perché è storia recente. Non stiamo raccontando una storia di decenni fa, è storia di oggi stesso, perchè le increspature di allora si sentono ancora nello stagno in cui stiamo tuttora nuotando... Quindi, volevamo tutti avvicinarci con un certo rispetto a questa storia, che forse va al di là di quello che ognuno di noi poteva aspettarsi...".

Euronews
L'intervista con David Tennent.Euronews

Un'inchiesta delle autorità britanniche ha confermato che Litvinenko fu avvelenato da due emissari del Cremlino - gli agenti del KGB Andrei Lugovoi e Dmitri Kovtun, incriminati da Londra, ma mai estradati da Mosca -, una conclusione sostenuta anche dalla Corte europea dei Diritti dell'Uomo (sentenza del settembre 2021).

"La serie tv rivela al mondo l’orrore che ho vissuto da sola".
Marina Litvinenko
Moglie di Alexander Litvinenko

A quel tempo, nel 2006, l'omicidio di Litvinenko inviò onde d'urto in tutto l'Occidente. 
Già allora sembrava dimostrare una determinazione senza precedenti, da parte del Cremlino, di andare anche oltre i confini della Russia pur di eliminare i dissidenti e gli avversari politici.

"Una storia vera e recente, ancora molto viva".
Jim Field Smith
Regista serie "Litvinenko"