This content is not available in your region

European Film Awards: 30esima edizione, nessun italiano in corsa

European Film Awards: 30esima edizione, nessun italiano in corsa
Di Euronews

<p>Gli European Film Awards, il massimo riconoscimento per l’industria cinematografica europea, festeggiano quest’anno il trentesimo anniversario. </p> <p>Di seguito, i “nominati” nelle categorie più prestigiose.</p> <p>Le cinque nomination per il miglior film europeo sono:</p> <p>The Square di <span class="caps">RUBEN</span> ÖSTLUND </p> <p>Film drammatico-satirico svedese, incentrato sul curatore di un museo di arte contemporanea a Stoccolma. </p> <p>La pellicola ha vinto la Palma d’oro al Festival del Cinema di Cannes e ha inoltre 5 nomination per gli European Film Awards.</p> <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/zKDPrpJEGBY" frameborder="0" gesture="media" allow="encrypted-media" allowfullscreen></iframe> <p>On the body and soul di <span class="caps">ILDIKO</span> <span class="caps">ENYEDI</span> </p> <p>Una storia d’amore ambientata in un mattatoio di Budapest, inerente due operai che scoprono di condividere lo stesso sogno ogni notte.</p> <p>Il film ha vinto l’Orso d’Oro al Berlino Film Festival e qui vanta quattro nomination.</p> <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/6gZw6GVf2eY" frameborder="0" gesture="media" allow="encrypted-media" allowfullscreen></iframe> <p>Loveless di <span class="caps">ANDREY</span> <span class="caps">ZVYAGINTSEV</span></p> <p>Film drammatico russo, che parla di una coppia divorziata che deve collaborare per trovare il figlio scomparso durante uno dei loro frequenti litigi.</p> <p>La pellicola ha vinto il Premio della Giuria a Cannes e ha tre nomination a Berlino. </p> <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/PUoYu6FCTiw" frameborder="0" gesture="media" allow="encrypted-media" allowfullscreen></iframe> <p>120 battiti al minuto di <span class="caps">ROBIN</span> <span class="caps">CAMPILLO</span> </p> <p>Film francese ambientato nei primi anni ’90, che promuove la lotta contro l’<span class="caps">AIDS</span> attraverso un gruppo di attivisti dell’associazione no profit <span class="caps">ACT</span> UP. </p> <p>La pellicola ha vinto il Grand Prix di Cannes, riscuotendo ottimi consensi nei cinema transalpini.</p> <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/C5wiP5YULYQ" frameborder="0" gesture="media" allow="encrypted-media" allowfullscreen></iframe> <p>L’altro volto della speranza di <span class="caps">AKI</span> <span class="caps">KAURISMAKI</span> </p> <p>Si racconta la storia di un venditore ambulante di Helsinki e di un rifugiato siriano, che non vuole essere rimandato ad Aleppo. </p> <p>Per questo film, Kaurismäki ha già vinto un Orso d’Argento come miglior regista al Festival del Cinema di Berlino. </p> <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/G0acuf5QvT0" frameborder="0" gesture="media" allow="encrypted-media" allowfullscreen></iframe> <p>I cinque nominati come miglior regista europeo sono invece:</p> <p>Il 53enne regista e sceneggiatore russo Andrey Zvyagintsev per il film “Loveless”.</p> <p>Il direttore ungherese Ildikó Enyedi per il film “On the body and soul”.</p> <p>Il greco Yorgos Lanthimos, per l’horror psicologico “L’uccisione di un cervo sacro”, interpretato da Colin Farrell e Nicole Kidman, ispirato ad un’antica rappresentazione teatrale greca, l’Ifigenia in Aulide di Euripide.</p> <p>Il finlandese Aki Kaurismäki, al suo ultimo film come regista, per la pellicola “L’altro volto della speranza”, dallo stesso anche scritta e prodotta. </p> <p>Il regista svedese Ruben Östlund per il film “The Square”, ispirato ad alcune sue esperienze in ambito artistico.</p> <p>Come migliore attrice sono nominate: </p> <p>la francese Juliette Binoche, per aver interpretato un’artista parigina, madre divorziata alla ricerca dell’amore, nel film “Let the Sunshine In” di Claire Denis.</p> <p>Isabelle Huppert nel ruolo di imprenditrice nel dramma familiare “Happy End” dell’austriaco Michael Haneke, con la crisi dei rifugiati europei sullo sfondo.</p> <p>La tedesca Paula Beer, che interpreta Anna, in lutto per la morte del suo fidanzato, ucciso durante la prima guerra mondiale nel film di François Ozon “Frantz”.</p> <p>La britannica Florence Pughfor, che interpreta una giovane donna soffocata dal suo matrimonio senza amore con un uomo che ha il doppio dei suoi anni nel film “Lady Macbeth”.</p> <p>L’ungherese Alexandra Borbély, per aver interpretato l’operaia di un mattatoio che condivide i propri sogni con un collega di lavoro in “On the Body and Soul”.</p> <iframe src="https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Feuropeanfilmawards%2Fposts%2F1541360655917668&width=500" width="500" height="670" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true"></iframe> <p>Tra gli attori, segnaliamo infine l’argentino Nahuel Pérez Biscayart per aver interpretato il film francese “120 battiti al minuto”.</p> <p>L’86enne francese Jean-Louis Trintignant per il suo ruolo nel dramma familiare di Michael Haneke “Happy End”.</p> <p>L’austriaco Josef Hader per aver interpretato lo scrittore austriaco Stefan Zweig.</p> <p>L’irlandese Colin Farrell, chirurgo cardiotoracico nel film di Yorgos Lanthimos “L’uccisione di un cervo sacro”.</p> <p>Il danese Claes Bang per il suo ruolo da protagonista come curatore del museo d’arte nel film di Ruben Östlund “The Square”.</p> <p>I vincitori dei premi saranno annunciati nella serata di sabato 9 dicembre durante la cerimonia di gala, in programma a Berlino.</p> <iframe src="https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Feuropeanfilmawards%2Fphotos%2Fa.370040049716407.95387.160438144009933%2F1192032150850522%2F%3Ftype%3D3&width=500" width="500" height="443" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true"></iframe>