57esima edizione del Festival Cinematografico Internazionale di Salonicco

57esima edizione del Festival Cinematografico Internazionale di Salonicco
Di Euronews

<p>Si è conclusa la 57esima edizione del Festival Cinematografico Internazionale di Salonicco, Grecia che da quest’anno ha con una nuova dirigenza. Euronews ha incontrato il suo direttore.</p> <p>Orestis Andreadakis, Direttore del Festival: “ Siamo concentrati sulla città di Salonicco e il nostro desiderio è fare del suo festival un organismo vivente con diverse sezioni e attività annuali. Rafforziamo i nostri legami col mondo del cinema greco. Vogliamo mettere in rete registi greci e produttori con i loro colleghi stranieri. Infine vogliamo rafforzare l’aspetto internazionale del festival.” </p> <p>“Kill on Wheels” ha vinto l’Alessandro d’oro per il miglior film. La commedia drammatica dell’ungherese Attila Till parla di una gang di assassini.</p> <p>Il festival ha tributato grandi onori a Zeki Demirkubuz, uno dei fondatori del nuovo cinema turco. Nei suoi film ci sono sempre personaggi intrappolati in situazioni difficili dal profilo sociale come nel suo “Nausea”. Il suo è un esistenzialismo in salsa turca non considerato troppo cupo.</p> <p>Il festival si è concluso con la proiezione di “La danseuse” biografia di Loïe Fuller, giovane statunitense che approderà nella Francia in odore di Belle Epoque inventando una danza impalpabile e illuminata da effetti cromatici. Fuller divenne musa di Rodin, Toulouse-Lautrec, i fratelli Lumiere per poi capitolare davanti a Isadora Duncan.</p> <p>Yorgos Mitropoulos, Euronews: “Salonicco ha ospitato ancora una volta buoni film, molti debutti e nuovi talenti cinematografici da tutto il mondo. Il maggiore evento cinematografico nazionale ha fatto respirare aria nuova”.</p>