This content is not available in your region

"Les contes d'Hoffmann" sbarca a Bastille... e Parigi sogna

"Les contes d'Hoffmann" sbarca a Bastille... e Parigi sogna
Di Euronews

<p>A Parigi, all’Opéra Bastille, va in scena il capolavoro di Offenbach <a href="http://www.forumopera.com/v1/opera-n18/hoffmann.htm">I racconti di Hoffmann</a> , tra le opere francesi più rappresentate al mondo. </p> <p>È un fuoco d’artificio di personaggi, di situazioni, di stati d’animo: il tragico, il comico, il surreale, l’onirico, che la regia di Robert Carsen rende con emozionante efficacia, apprezzata dal pubblico come dai cantanti, a cominciare da colui che dà voce e corpo al protagonista, <a href="http://blog.scena.org/2012/09/ramon-vargas-face-to-face.html">Ramón Vargas</a>, tenore messicano che ha sostituito all’ultimo minuto Jonas Kaufmann.</p> <p>“Hoffmann, ci dice sincero, è un ruolo molto difficile perché è un’opera fantastica, è un’opera folle! E quello che ha fatto Robert, il regista, è geniale: inserisce la storia nel teatro e trasforma tutto in un’opera teatrale; Hoffmann non se ne rende conto, crede che sia la vita reale, mescolando così fantasia e realtà.”</p> <p><a href="https://www.ft.com/content/dca83b28-a3f0-11e5-873f-68411a84f346">Ermonela Jaho</a>, fresca dei trionfi londinesi, ha affrontato il ruolo di petto, come sempre, senza risparmiarsi. Sua è la parte di Antonia, il vero amore di Hoffmann. “L’Antonia mi sta bene, anche come carattere, passione… È un’artista, un’artista che, per una malattia misteriosa che lei ha ereditata dalla madre, se canta morirà; è disposta a rinunciare a tutto solo per cantare. E sono cose che mi stanno bene, quasi come vestito.” </p> <p>In un’intervista che il <a href="http://www.economist.com/news/books-and-arts/21699431-how-ermonela-jaho-became-worlds-most-acclaimed-soprano-fiery-angel">soprano albanese</a> non ha esitato a rendere sempre più intima, ci ha raccontato un fatto personale. “Mia madre non mi ha mai vista cantare dal vivo, e quando inizia il momento del terzetto, con il fantasma della madre che appare, succede che dimentico di essere Antonia, di essere la cantante, torno bambina… e la musica ha questo valore, questa forza di andare a toccare proprio lì, nel punto più debole nel tuo cuore.”</p> <p>‘‘Oggi, confessa pensoso il nostro tenore, credo di comprendere meglio il personaggio. <a href="http://www.tutti-magazine.fr/news/page/Ramon-Vargas-tenor-Bal-Masque-Orange-Eduardo-Vargas-Memorial-Fund-fr/">Ramón</a> ci fornisce così una delle chiavi dell’opera: “Quest’uomo disperato, ansioso di vivere, di trovare il vero amore, alla fine preferisce il talento, la poesia, l’arte a tutti i suoi amori.’‘</p> <p>Le prossime recite di “Les contes d’Hoffmann” all’Opéra Bastille sono previste alle seguenti date: 12, 15, 18, 21, 24 e 27 novembre.</p>