Realtà virtuale e realtà aumentata protagoniste del Salone hi-tech di Baku

Non solo videogiochi: la combinazione di questi due universi sarà fondamentale anche in altri settori, tra cui la medicina

Realtà virtuale e realtà aumentata sono state protagoniste della 23esima edizione del Salone hi-tech di Baku, in Azerbaigian. L’utilizzo congiunto di questi due universi ha permesso di trovare nuovi campi di applicazione, tra cui quello della medicina. Tra le novità presentate al Salone degli speciali occhiali ‘chirurgici’ che aiutano i chirurghi durante le operazioni di plastica facciale.

L’idea alla base del progetto è quella di combinare l’anatomia virtuale con l’anatomia reale del paziente che sarà operato. Indossando gli occhiali durante l’intervento il chirurgo potrà guardare attraverso la pelle del paziente e visualizzarne l’anatomia interna: scheletro facciale, muscoli, nervi, vasi sanguigni e così via.

192 aziende da 20 paesi hanno partecipato alla 23esima edizione del Salone. Molte delle proposte più interessanti sono arrivate dall’universo delle start up. Wand, per esempio, è una smartpen ecologica che potrebbe interessare agli studenti universitari che prendono appunti durante le lezioni.

Si tratta di un dispositivo elettronico che attraverso il bluetooth invia ad un’applicazone sullo smartphone tutto quello che viene scritto sul foglio di carta. Una volta utilizzato, l’inchiostro evapora dopo 30 minuti ma in questo lasso di tempo tutti i dati sono già stati salvati sullo smarthpone.

Secondo uno studio del 2016 della Banca Mondiale l’Azerbaigian, per non dipendere esclusivamente dalle sue risorse energetiche, dovrebbe insistere nello sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, che hanno un grande potenziale di crescita.

“Questo settore è una delle priorità per il nostro paese – dice a euronews Ilham Aliyev, presidente dell’Azerbaigian -. Vogliamo portare avanti la politica di diversificazione della nostra economia, in questo senso lo sviluppo delle tecnologie di informazione e comunicazione è molto importante”.

Nella classifica dei paesi più sviluppati nel settore Baku occupa il 65esimo posto su 176 paesi. L’Azerbaigian punta a scalare posizioni con un piano triennale che partirà nel 2018.
Vedi l'originale