Le Procuratie Vecchie si rifanno il trucco, e ci sarà anche un ponte levatoio...

Il progetto prevede spazi per uffici e per progetti solidali. Apertura al pubblico dopo 500 anni. Verranno recuperati anche i Giardini Reali e ci sarà un ponte levatoio

Erano gli alloggi dei procuratori, gli alti magistrati veneziani, fin dal tredicesimo secolo. Nel corso del tempo sono state distrutte, ricostruite, ora in parte ospitano uffici e negozi. Ora le Procuratie Vecchie verranno del tutto rinnovate, aperte al pubblico e a disposizione di progetti sociali. Fine dei lavori prevista: 2020.

Il programma di restauro dell’edificio sul lato Nord di piazza San Marco è stato presentato a Venezia. Il progetto è del gruppo assicurativo Generali che nello stabile ha i suoi uffici dagli anni 80. L’idea è di costruire un multipolo dedicato ad ospitare uffici aziendali e progetti solidali. Compresi quelli della fondazione di Generali ‘The Human Safety Net’.

A firmare il restauro sarà l’archistar David Chipperfield.

Il progetto prevede anche il recupero dei Giardini Reali e il raggiungimento di piazza San Marco direttamente dal bacino, attraversando un ponte levatoio che sarà rimesso in funzione.
Vedi l'originale