In visita a Las Vegas, Trump evita il dibattito sul possesso di armi

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump in visita a Las Vegas, accanto alle persone ferite nella sparatoria che domenica scorsa ha fatto 59 vittime, il più grave bilancio di una sparatoria in tutta la storia degli Stati Uniti. Finora il Capo della Casa Bianca ha rifiutato ogni commento riguardante una possibile riforma sul possesso di armi nel Paese. Un tema che il suo predecessore, Barack Obama, aveva sollevato a più riprese senza tuttavia riuscire ad ottenere il consenso del Congresso, bloccato di fronte alle pressioni della potente lobby statunitense delle armi, la NRA, National Rifle Association.

“Nell’orrore più profondo troveremo sempre la speranza negli uomini e nelle donne che rischiano la propria vita per gli altri. L’omicidio di massa avvenuto domenica notte riempie il cuore degli americani di dolore. L’America interna è in lutto” ha detto Trump in conferenza stampa dopo la visita all’ospedale di Las Vegas dove si è recato accompagnato dalla first lady Melania.

Il Presidente ha a più riprese elogiato le forze dell’ordine di Las Vegas per la rapidità del loro intervento che ha permesso di evitare una strage di dimensioni ancora più gravi.
Vedi l'originale