Vulcano a Bali: continuano le evacuazioni

Oltre 144mila persone (aggiornamento delle 10.30 di EFE) sono state costrette ad evacuare dalle proprie abitazioni a Bali a causa della ripresa dell’attività del vulcano Mount Agung che potrebbe eruttare da un momento all’altro. Da giorni ormai dal cratere esce fumo bianco e la terra trema.

L’ultima volta che il vulcano Mount Agung ha eruttato era il 1963: allora 1.000 persone rimasero uccise. Memori di quell’esperienza, le autorità locali hanno cominciato le operazioni di evacuazione con largo anticipo, ai primi segnali di attività vulcanica.

Il direttore delle informazioni dell’Agenzia Nazionale Gestione dei Disastri (BNBP l’acronimo nella lingua locale), Sutopo Purwo Nugroho, ha indicato a EFE che nonostante la zona nei pressi del cono vulcanico sia praticamente vuota, alcuni residenti si rifiutano di evacuare per non abbandonare i propri averi. Nel 2010 l’eruzione del vulcano Marapi causò 277 vittime per lo stesso motivo. La zona di sicurezza ha un raggio di 12km intorno al cratere e il livello di allerta è salito a 4, il massimo, già dal giorno 22 settembre.

Il direttore del centro di Vulcanologia e Attenuamento dei Pericoli Geologici (CVMPG), Kasbani, ha diffuso un comunicato nel quale si legge che i movimenti sismici registrati negli ultimi giorni hanno causato una frattura in una delle faglie del vulcano. Una colonna di vapore da alcuni giorni insiste sopra il cratere, raggiungendo un’altezza di 50-200 metri. “In caso di eruzione, essa potrebbe essere piccola in principio ma potrebbe assumere dimensioni maggiori successivamente”, ha segnalato Kasbani.

Sia il CVMPG che il governo provinciale di Bali hanno sottolineato che è sicuro viaggiare a Bali, disegnando un piano per dirottare il traffico aereo verso altri aeroporti in caso l’eruzione renda inagibile quello di Denpasar, Bali Ngurah Rai. Gli esperti sottolineano come sia impossibile avere la certezza di un’eruzione di questo vulcano, uno dei 400 vulcani presenti (sono 127 attivi) in Indonesia e alto 3.014 metri slm, nonostante sia molto probabile.

Informazioni per il turismo

Il dipartimento per il turismo di Bali ha diffuso una nota per comunicare che l’isola è sicura ovunque, tranne nella zona limitrofa al vulcano, e che i voli sono regolari. I turisti sono stati pertanto invitati a non rinunciare ai loro viaggi a Bali ma avvisare comunque la Farnesina e le autorità italiane della loro permanenza dell’isola.

Bali tourism is safe. Do not spread misleading news that Bali is not safe because Mount Agung is… https://t.co/6meXI2XZ77— Maca Villas&Spa Bali (@MacaVillas) 29 settembre 2017

The 12km exclusion zone remains in place. “#Bali volcano: Indonesia fears imminent Mt #Agung eruption” —> https://t.co/fpR9ZZ4mSC pic.twitter.com/MYq6OZ0dkD— My Travel Risk (@mytravelrisk) September 29, 2017

⚡️ “[UPDATED] High alert: Mt. Agung eruption imminent”https://t.co/gVK2MYnbb3— The Jakarta Post (@jakpost) September 29, 2017
Vedi l'originale