Facebook e Twitter convocate dalla Commissione Intelligence del Senato Usa

Facebook, Twitter e Alphabet (società affiliata a Google) sono state chiamate a comparire davanti alla Commissione Intelligence del Senato il prossimo primo novembre per un’udienza pubblica che rientra nell’ambito dell’inchiesta del Congresso sul cosiddetto Russiagate. La notizia ha provocato la reazione del presidente Trump che ha twittato che i principali social network sono sempre stati contro di lui, probabilmente collusi con la stampa americana.

Si punta a chiarire se i social network in questione siano o meno stati utilizzati dalla Russia per influenzare le elezioni presidenziali vinte da Trump lo scorso anno.Il Congresso sostiene che in diverse occasioni sui social media abbiano circolato messaggi che miravano a destabilizzare e creare e tensioni politiche su questioni di particolare importanza per gli americani

La scorsa settimana Facebook ha accettato di fornire al Congresso il contenuto di alcuni messaggi a carattere politico, a sostegno di interessi russi, con l’unico scopo finale di nuocere alla candidata democratica Hillary Clinton, che all’epoca era data per favorita alle Presidenziali. Il Cremlino nega ogni coinvolgimento.
Vedi l'originale