"Ammore e malavita" dei fratelli Manetti

Musical, commedia, tragedia, film gangster, love story, thriller e quant’altro ecco tutto quello che troverete in “Ammore e malavita” dei premiati fratelli Antonio e Marco Manetti, romanissimi ma affascianti dalla più teatrale delle città italiane. Adesso è l’ora di proseguire il successo anche fuori d’Italia e il film è stato anche l’esordio del Festival del Cinema Italiano di Annecy, Francia.

La trama? Due mondi distanti si incontrano e si scontrano. Ciro (Giampaolo Morelli) è un killer micidiale nella città partenopea, è una delle due “tigri” – accanto a Rosario (Raiz) – al servizio di don Vincenzo (Carlo Buccirosso) detto “o’ re do pesce”, e dell’astuta moglie donna Maria (Claudia Gerini).

La giovane infermiera Fatima (Serena Rossi) è una giovane sognatrice, finita suo malgrado dove non bisogna finire. Ciro incaricato di eliminare questa testimone indesiderata finisce per volerla difendere visto che la ragazza era stata il suo primo amore.

Il resto è un reticolo di colpi di scena e di gag in una trama tragicomica.
Vedi l'originale