Usa: il candidato sostenuto da Trump perde le primarie per il Senato

A poche ore dalla debacle per l’abrogazione dell’Obamacare, Trump è costretto ad incassare un nuovo brutto colpo: nel ballottaggio in Alabama, alle primarie del partito valide per un seggio in Senato, Roy Moore, candidato populista, ultraconservatore ed evangelico, ha sconfitto Luther Strange, il candidato appoggiato, appunto, da Trump. Il presidente si è congratulato con Moore via Twitter, esortandolo a vincere la sfida con il democratico Doug Jones a dicembre.

Trump e e i vertici del Grand Old Party avevano fatto campagna elettorale per Luther Strange. Moore era appoggiato da Sarah Palin e Steve Bannon. E proprio l’ex controverso capo stratega della Casa Bianca ha esultato per la vittoria di Moore definendo l’establishment del partito repubblicano in ginocchio.
Vedi l'originale