Neymar: frutto proibito o avvelenato per il PSG?

Neymar sta davvero devastando lo spogliatoio del PSG? Il campione brasiliano era arrivato appena un mese fa da Barcellona accolto come il messìa. Mostruoso l’ingaggio e la somma 222 milioni della clausola rescissoria pagata dalla società per assicurarsi il campione. Ufficialmente un ingaggio già altissimo per lui, ma la stampa tedesca è andata a mettere il naso nei bilanci del PSG scoprendo che il calciatore prende quasi 37 milioni all’anno. Fanno circa 100.000 euro al giorno, 4000 euro al minuto. Questi numeri basterebbero a rendere meno simpatico chiunque, ma anche fra i colleghi di spogliatoio adesso Neymar lo sopportano in pochi. Ha cominciato Cavani, goleador del team, che ha rifiutato un milione di bonus per lasciare d’ora in poi tirare i rigori a Neymar. Hanno continuato gli altri giocatori. La squadra è minacciata di essere messa fuori dalle competizioni internazionali per mancato rispetto al fair play finanziario Uefa, è stata costretta a svendere i suoi gioielli affidandosi ad artifici contabili per diluire altri acquisti e aggirare le norme Uefa. Qualcosa che dalle parti di Nyon non sembrano vedere di buon occhio.

Lo spogliatoio dei campioni di Francia è spaccato e Neymar nell’ultima di campionato contro il Montpellier ha detto di aver male a un piede saltando l’incontro, poi malamente pareggiato dal PSG.
Vedi l'originale