Germania: verso coalizione Cdu, Liberali e Verdi

In Germania si annunciano negoziati difficili per formare il governo. Dopo i risultati elettorali si ipotizza un’allenza cosiddetta Giamaica, per via dei colori dei partiti, tra tra Cdu/Csu (cristiano democratici/cristiano sociali), Liberali (Fdp) e Verdi. La cancelliera si è detta ottimista e ha auspicato dei colloqui anche con la Spd.

“Vogliamo parlare sia con i liberali (Fdp) che con i Verdi, ma aggiungo anche la Spd perche credo sia importante che la Germania abbia un buon governo. Ho sentito quello che ha detto la Spd, ma credo in ogni caso che dobbiamo lasciare aperto il dialogo”.

Martin Schulz ha pero subito chiuso la porta, l’obiettivo è assumere il ruolo di una forte opposizione: “Non toneremo indietro, una sconfitta amara come quella ricevuta ha bisogno di un rinnovamento completo”.

I Liberali e i Verdi non vogliono impegnarsi in una coalizione senza aver prima posto delle condizioni. Ed è proprio su queste che si sono evidenziate le prime forse spaccature. I liberali chiedono, ad esempio, l’assenza di divieti per i motori a benzina e diesel, mentre a differenza dei Verdi respingono la possibilità di un incremento delle tasse per i contribuenti. In molti punti soprattutto su Unione Europea, economia e migranti Cdu, Liberali e Verdi restano su posizioni distanti.

Il nuovo Bundestag, la XIX legislatura tedesca, sarà formato da 705 deputati, 353 sono della maggioranza. L’ipotesi di coalizione Giamaica con Cdu/Csu, Liberali e Verdi varrebbe 389 seggi.
Vedi l'originale