Giochi asiatici e arti marziali indoor: Corea del Sud protagonista nel taekwondo

Corea del Sud dominatrice nel taekwondo ai Giochi asiatici e arti marziali indoor. Sette le medaglie conquistate dagli atleti sudcoreani ad Ashgabat: 4 ori, 2 argenti e un bronzo.

L’Australia, alla prima partecipazione ai Giochi, ha conquistato due bronzi nella disciplina. Uno di questi grazie alla 32enne Ruth Hock, campionessa del mondo nel 2009, tornata alle competizioni dopo essersi ritirata per aprire la propria palestra ad Adelaide.

“Sono felice di aver vinto una medaglia – ha detto la Hock dopo la premiazione – anche se avrei preferito fosse di un altro colore. Per l’Australia è fantastico aver vinto due medaglie di bronzo nel taekwondo, è un risultato che contribuirà a far crescere il movimento poco alla volta, abbiamo bisogno di risultati come questo per migliorarci”.

Le gare di taekwondo sono finite ma non i combattimenti. Tra le discipline nel programma dei Giochi c‘è anche il kurash, un forma di wrestling originaria dell’Uzbekistan. Marat Orazow ha vinto l’oro nella categoria fino a 66 chilogrammi regalando un altro oro al Turkmenistan. Sono 176 le medaglie già vinte dagli atleti di casa.
Vedi l'originale