Brasile, il Presidente Temer a rischio processo

La Corte suprema del Brasile ha compiuto un ulteriore passo per l’apertura di un processo contro il Presidente Michel Temer, respingendo l’appello dei suoi avvocati per bloccare la procedura d’accusa. Il voto positivo di sei giudici su 11 permette alla domanda di essere presa in esame alla Camera dei deputati. Si tratta dell’ennesimo problema giudiziario per Temer.

“Le nostre istituzioni stanno lavorando regolarmente – ha detto Temer -. L’apparato giudiziario e legislativo funzionano, cosi’ come l’ufficio dei pubblici ministeri. Questo vuol dire che tutto è nella norma. Anche nel mio caso, ho fiducia nella giustizia brasiliana. Le mie questioni sono state esaminate dalla magistratura”.

Se la domanda dovesse essere accolta in Parlamento, Temer sarà sospeso dalla carica per sei mesi in attesa di giudizio. Il presidente è accusato di essere a capo di un’organizzazione criminale che avrebbe sottratto capitali per circa 158 milioni di euro.
Vedi l'originale