Messico: "Sotto la scuola crollata c'è ancora vita"

Ci sarebbe ancora vita sotto le macerie della scuola crollata a Città del Messico, in seguito al potente sisma di martedì. A riaccendere le speranze dei soccorritori è il salvataggio di una bambina di 7 anni, che porta così ad oltre 10 le persone tratte vive dai resti dell’edificio. Almeno altre 3, fra cui probabilmente 2 alunni, quelle che in base a confuse testimonianze attenderebbero ancora i soccorsi. Circa 25 invece non ce l’hanno fatta

Colpita soprattutto nei suoi quartieri meridionali, la capitale messicana ha da sola fatto registrare oltre 90 delle almeno 225 vittime del sisma, di magnitudo 7.1. In visita alla scuola crollata, il presidente Enrique Pena Nieto ha parlato di “voci audibili” sotto le macerie. Con decine di edifici crollati e amministrazione cittadina che invita alla massima prudenza, tra le priorità si impone intanto anche la distribuzione di medicinali e generi di prima necessità a sfollati e residenti accampati in strada.
Vedi l'originale