Lego taglia 1.400 posti di lavoro

Si sgretola l’impero Lego, il colosso dei giocattoli danese ha annunciato il taglio di 1.400 posti in tutto il mondo, circa l’8% della sua forza lavoro. La società attualmente impiega circa 18.200 persone, la scelta è dettata dal calo delle vendite registrato negli Stati Uniti e in Europa. Una diminuzione del fatturato del 5% pari all’equivalente di 2 miliardi di euro nel primo semestre.
Vedi l'originale