Caso Akhanli: nuove tensioni tra Germania e Turchia

Un uso inaccettabile d’Interpol da parte della Turchia. Parola della Cancelliera tedesca Angela Merkel. La Germania ha chiesto alla Spagna il rilascio di Dogan Akhanli, scrittore tedesco d’origine turca, arrestato dalla polizia spagnola su mandato d’Interpol a seguito della richiesta di Ankara. La Cancelliera Angela Merkel si è mossa in prima persona ed ha promesso di seguire l’evoluzione della vicenda:

“Non si può fare. Sono davvero contenta che la Spagna lo abbia rilasciato. Restiamo in contatto con il governo spagnolo, con il Ministro degli Esteri, sia io che il mio consigliere per la sicurezza. Chiamerò anche il Premier Rajoy se necessario. Non si può agire così e non dobbiamo permettere che si abusi di un’organizzazione internazionale come Interpol in questa maniera” ha detto Merkel intervenendo in una trasmissione televisiva.

Il mandato d’arresto per Akhanli, autore di una trilogia in cui viene evocato il genocidio degli armeni, è stato richiesto sulla base di un’accusa per rapina a mano armata risalente agli Anni Ottanta. Era stato prosciolto ma una corte d’appello aveva riaperto la procedura. Al momento lo scrittore è stato liberato a condizione di non lasciare Madrid e in attesa che Ankara formuli una richiesta d’estradizione.
Vedi l'originale