Operazione anti-droga nelle Filippine: sale a 80 il numero dei morti

Sale il bilancio dei morti dell’operazione anti-droga ‘‘One Time-Big Time’‘, nelle Filippine. A Manila, nella notte tra giovedì e venerdì, la polizia ha ucciso almeno 13 persone, che si aggiungono alle 67 freddate a inizio settimana, in quella che per molti è una delle più sanguinose di questa controversa guerra alla droga lanciata dal Presidente Rodrigo Duterte.

Dall’elezione presidenziale del maggio 2016, migliaia di persone sono state uccise dalle forze dell’ordine, spesso senza che fosse necessario. Tra i casi che hanno scatenato il maggior numero di polemiche, quello di uno studente 17enne, disarmato colpito a morte senza motivo davanti a diversi testimoni. I poliziotti coinvolti in quest’operazione erano stati subito rimossi dall’incarico.
Vedi l'originale