Corea del nord: "missili pronti a colpire Guam"

Uso in contemporanea di 4 missili a raggio intermedio per colpire obiettivi di Marina e Aeronautica americane. È questo il piano riassunto dal generale nordcoreano Kim Rak-gyom, a capo dell’unità balistica speciale, prevede la sua completa definizione per metà agosto, con l’esecuzione in ogni momento su ordine del leader Kim Jong-un.

Il dispaccio in inglese dei nordcoreani traccia la rotta dei missili che attraverseranno il cielo di tre prefetture giapponesi prima di atterrare nei 30-40 km da Guam”.

La mossa è finalizzata secondo le notizie che provengono dalla Corea del nord, a “interdire le forze nemiche sulle maggiori basi militari di Guam e mandare un avvertimento cruciale agli Stati Uniti”, in risposta al messaggio di “fuoco e furia” inviato dal presidente Donald Trump se Kim Jong Un non accantonerà le sue minacce nucleari e balistiche verso Washington.

Guam è un’isola abitata da 162mila persone, dista circa 3.400 km da Pyongyang e ospita 3.831 militari. In settimana, due aerei Usa, in grado di raggiungere Pyongiang in appena due ore, hanno effettuato un volo dimostrativo sulla penisola in manovre congiunte con i caccia di Seul.
Vedi l'originale