Trump e la raffica di "Sei licenziato!"

I dieci giorni di Antony Scaramucci sono un record, ma rappresentano solo l’ultimo dei licenziamenti illustri dello staff della Casa Bianca. Secondo fonti di stampa, ad accellerare la partenza dell neoinvestito direttore della comunicazione

sarebbe stato l’ex ministro per la sicurezza John Kelly, infastidito dai modi rozzi di Scaramucci.

I sometimes use colorful language. I will refrain in this arena but not give up the passionate fight for realDonaldTrump’s agenda. #MAGA— Anthony Scaramucci (Scaramucci) 27 luglio 2017

Tra le uscite meno gradite la minaccia di cacciare chiunque fosse sospettato di avere rivelato alla stampa notizia sulla cena del Presidente con i giornalisti di Fox News. “Ho chiesto a tutti i dipendenti della Casa Bianca di non passare soffiate, ma non lo fanno. Li licenzierò tutti”: la telefonata trascritta dal giornalista del New Yorker Ryan Lizza, resta alle cronache come un assaggio dello stile sopra le righe di Scaramucci.

.Scaramucci: We have to crack down on leaks on a number of different fronts. It’s an indictment on the institution of the presidency. pic.twitter.com/TgGlJx4DaF— FOX & friends (foxandfriends) 26 luglio 2017

Sally Yates ha resistito in carica un giorno in più di Scaramucci nell’era Trump. Poi l’implacabile “sei licenziata” ha chiuso l’esperienza da procuratore generale degli Stati Uniti della Yates, nominata ai tempi di Obama.

La sua colpa fu il rifiuto di difendere il primo divieto di ingresso negli Stati Uniti dei cittadini provenienti da alcuni paesi a maggioranza musulmana.

My first tweet as a private citizen. Read my op-ed responding to AG Sessions on the need for criminal justice reform https://t.co/143F3hagva— Sally Yates (@SallyQYates) 24 giugno 2017

James Comey ha resistito 110 giorni, il suo licenziamento resta il più eclatante finora. Trump ha liquidato il capo dell’FBI per messenger, senza nemmeno una parola faccia a faccia. In una intervista ad NBC il presidente ha dichiarato di averlo fatto

per legami con quella che ha definito “la cosa con la Russia” alludendo al Russiagate.

At least I won’t leave empty handed. A parting gift from realDonaldTrump pic.twitter.com/f2Qp1uBA2U— James Comey (JamesComeyFBI) 9 maggio 2017
Vedi l'originale