Fukushima: il robot chiamato *pesce luna*

Prosegue non senza difficoltà la missione del nuovo drone esplorativo che naviga fra le acque radioattive del terzo reattore a Fukushima, giappone. Il piccolo robot chiamato pesce luna ha già colto diverse foto all’interno del reattore ma i dati sulla quantità di combustibile radiottivo esistente al suo interno restano ignoti.

Il robot ha le dimensioni di una pagnotta. È dotato di luci, manovre con eliche di coda e raccoglie dati utilizzando due telecamere e un dosimetro. Sta operando dal 19 luglio ed è protetto da una patina che riduce il suo surriscaldamento.

La centrale nucleare di Fukushima, esplosa in seguito allo tsunami del 2011, non può essere smantellata finché tutto il combustibile nucleare, rimasto al suo interno, non sia stato rimosso in modo sicuro, un processo che potrebbe richiedere altri 40 anni.

A causa dell’elevata radioattività, le ultime sonde hanno avuto vita breve, poche ore, prima che i componenti interni venissero distrutti. In alcuni casi le sonde precedenti sono andate anche fuori controllo.

Per saperne di più: https://phys.org/news/2017-06-robot-probe-japan-nuclear.html#jCp
Vedi l'originale