Torna Al Gore, con un documentario ambientalista

Dieci anni dopo, Al Gore torna sul tappeto rosso. L’ex vice presidente degli Stati Uniti, da una vita sul fronte dell’impegno ambientalista, è protagonista del documentario “An incovenient sequel, truth to the power”. La pellicola mostra quanto siamo vicini a una rivoluzione nella produzione d’energia ed è il sequel del documentario premio Oscar sul riscaldamento terrestre Una scomoda verità (2006). Al Gore: “Dobbiamo coinvolgere più persone e questo è uno degli scopi di questo film: arrivare a tutti, mostrargli che ci sono speranze e ci sono soluzioni e spingere le persone a impegnarsi”.

Il film ha avuto questo lunedì la sua prima a New York, è diretto da Bonni Cohen e Jon Shenk e dentro ci sono anche Obama e ovviamente Trump; inutile dire che il presidente degli Stati Uniti è al centro delle critiche per aver portato il Paese fuori dagli accordi di Parigi sul clima. “Temevo che qualcuno potesse seguirlo – ha detto Al Gore – invece tutto il resto del mondo ha raddoppiato il suo impegno”. E anche in Patria imprese, sindaci, governatori, lasciano solo il presidente – ha sottolineato Al Gore. L’ex vicepresidente degli Stati Uniti nel 2007 insieme al Comitato Intergovernativo per i mutamenti climatici dell’Onu, ha vinto il Nobel per la pace per il suo impegno ambientalista.
Vedi l'originale