L'algoritmo incriminato di Google

Nessun algoritmo nella storia è costato così tanto. Quello finito nel mrino della Commissione europea è stato pagato caro da Google. Secondo l’Antitrust europeo, il gigante di Mountain View avrebbe abusato della sua posizione dominante manipolando le ricerche su internet per favorire i suoi prodotti. L’algoritmo avrebbe selezionato e ordinato i risultati delle ricerche non seguendo criteri oggettivi ma facendo scendere nel ranking dell’indicizzazione i concorrenti nello shopping online e, simultaneamente, introducendo in alto, con una piccola mano invisibile, i propri servizi. Pena altre multa, Google dovrà ora cambiare l’algoritmo incriminato.
Vedi l'originale