Attacchi Londra: federcalcio araba si scusa per il mancato minuto di silenzio

La federcalcio araba si è scusata per il comportamento dei suoi giocatori durante il minuto di silenzio in onore delle vittime degli attacchi terroristici di Londra prima della partita con l’Australia giocata giovedì scorso ad Adelaide. Invece di riunirsi a centrocampo, come fatto dagli avvesari, i calciatori hanno occupato la loro posizione in campo e continuato il riscaldamento come se niente fosse. Un autogol che ha fatto il giro del mondo e ha costretto la federcalcio a correre ai ripari: “Non c’era alcuna intenzione di mancare di rispetto alle vittime di Londra, né alle loro famiglie”, è stato il commento della federazione, che poi ha condannato tutti gli atti di terrorismo e di estremismo.
Vedi l'originale