United Airlines, il caso del passeggero rimosso con forza diventa virale in rete

Il video amatoriale del passeggero della compagnia aerea americana United Airlines che viene rimosso con forza per un caso di overbooking, non solo ha costretto alle scuse immediate il Ceo della nota azienda, ma è diventato un vero e proprio caso virale in rete. La storia è stata subito oggetto di parodie e fake.

United CEO response to United Express Flight 3411. pic.twitter.com/rF5gNIvVd0— United (@united) 10 aprile 2017

Una su tutte l’interpretazione, realizzata in versione spot pubblicitario per lo show del popolare comico Jimmy Kimmel. il caso dell’uomo di orgini orientali rimosso violentemente fino al sanguinamento dalla polizia, ha ispirato una finta pubblicità della compagnia in cui delle hostess dall’espressione sadica, danno il benvenuto a bordo ai passeggeri.

Il video originale che mostra un passeggero dai tratti somatici orientali, portato via a forza da un volo in partenza da Chicago, ha scatenato anche la dura reazione della Cina, paese d’origine dell’uomo. Il caso ha rilanciato il dibattito sulle strategie delle varie compagnie nei casi di overbooking.

#United Force #Airlines ! #UnitedAirlines #BoycottUnited #NeverFlyUnited #BoycottUnitedAirlines #SuperStarShakeup #BetterCallSaul #Tucker pic.twitter.com/3AUZXGAQmg— MikeyMillionz (@mikeymillionz84) 11 aprile 2017

La United Airlines era già finita al centro della bufera mediatica per aver vietato nei giorni scorsi, l’imbarco a tre ragazze che indossavano dei leggings spiegando che non si trattava dell’abbigliamento consono per l’immagine della compagnia. Stangata per l’azienda anche in borsa, a Wall Street la United ha ceduto il 4%.
Vedi l'originale