Alla scoperta del Nishijin-ori, la nobile trama da cui nasce il kimono giapponese

Questa nuova puntata di Postcard ci porta a Kyoto, la città giapponese della moda.

Dati principali sul Giappone

Noto anche come Impero del Sol Levante, è uno Stato insulare dell’Asia orientale

La popolazione supera i 127 milioni di abitanti

La superficie territoriale è di circa 378.000 km2

Valuta del paese: Yen

Le religioni principali: Shintoismo e Buddismo

Siamo venuti qui alla scoperta di un tessuto speciale, lo Nishijin-ori. I tessitori lo lavorano con le unghie, che, nell’arco del tempo, si deformano.

Seamus Kearney, euronews: “Questa fabbricazione di Nishijin è unica a Kyoto. Le origini di questa tecnica risalgono al 5°/ 6° secolo”.

Con questo materiale vengono prodotti i kimono utilizzati per praticare l’antica danza nota come Noh.

“E oggi questa tradizione viene mantenuta viva in laboratori come questo – aggiunge Seamus Kearney – dove i lavoratori utilizzano i telai tradizionali”.

I tessuti colorati e queste trame complicate sono usati non solo per i kimono, ma anche per fabbricare altri oggetti, comprese le cravatte e delle cinture chiamate obi.

“Nishijin-ori è realizzato con filo di seta colorato – spiega Haruo Murai, un artigiano – Come si può vedere, sembra che i modelli siano stati ricamati, ma in realtà sono impressi nel tessuto”.

E la qualità si dice sia così buona che questi capi possono essere indossati per tutta la vita, senza scolorire.
Vedi l'originale