Scandalo emissioni: perquisizioni in diverse sedi di Audi in Germania

Di nuovo sotto i riflettori Audi, controllata di Volkswagen, per lo scandalo dei motori truccati. La giustizia tedesca ha fatto perquisire diversi siti fra i quali il quartier generale ad Ingolstadt.

L’indagine – ha fatto sapere la procura di Monaco di Baviera – è legata al caso degli 80.000 veicoli diesel che sarebbero stati dotati di dispositivi in grado di manipolare le emissioni, venduti negli Stati Uniti fra il 2009 e il 2015.

Due anni fa la stessa Audi aveva ammesso l’esistenza del software su decine di migliaia di modelli con motori diesel a tre litri V6.
Vedi l'originale