Le ragioni economiche dell'indipendenza della Scozia

Il governo scozzese vuole organizzare un secondo referendum sull’indipendenza della nazione.

La prima ministra Nicola Sturgeon lo ha annunciato mentre Theresa May, la premier britannica, si prepara a invocare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona per avviare il divorzio del Regno Unito dall’Unione Europea.

Il partito nazionale scozzese della Sturgeon vuole un nuovo voto, tre anni dopo quello senza successo per gli indipendentisti.

Qualsiasi incertezza economica suscitata dalle mosse della Scozia si aggiungerebbe alle preoccupazioni già generate dall’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.
Vedi l'originale