Italia-Iran: Renzi a Teheran per riallacciare "rapporti bancari"

Matteo Renzi è a Teheran per una visita ufficiale di due giorni. Il presidente del Consiglio italiano è tra i primi leader occidentali a essere ricevuto in Iran dopo la firma dell’accordo sul nucleare e la fine delle sanzioni.

In agenda anche l’incontro con la Guida Suprema della Repubblica islamica, Ali Khamenei.

Dopo i 30 accordi firmati a gennaio a Roma, con questa visita se ne aggiungono altri 6, di cui uno da 3 miliardi e mezzo di euro per Ferrovie. Nella delegazione italiana presente anche l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi.

Renzi ha chiesto al Presidente Rohani che ripartano “i rapporti nel mondo bancario” per garantire linee di credito. La sua visita arriva dopo l’estensione, da parte dell’Unione europea, delle sanzioni introdotte contro l’Iran per il mancato rispetto dei diritti umani.
Vedi l'originale