Jonathan Yeo ritrae i tanti volti di Cara Delevingne

Ha ritratto Kevin Spacey e Nicole Kidman, Berlusconi, Murdoch, e anche Malala.

Jonathan Yeo è il ritrattista più apprezzato del Regno Unito. Nei prossimi mesi esporrà al Museo di Storia Nazionale di Danimarca una serie di quadri che esplorano diversi modi di vedere la stessa persona, in questo caso la modella e attrice Cara Delevingne.

Yeo ha spiegato così la sua decisione di cambiare prospettiva; “È problematico ritrarre persone che sono così brave a mentire: la gente di spettacolo, i musicisti, gli attori e i politici sono soggetti problematici. Gran parte del mio lavoro consiste nel cercare di riflettere tutto di un soggetto in una sola immagine. Da tempo però sognavo di fare il contrario: anziché una serie di singole immagini di diverse persone, dipingere lo stesso soggetto più e più volte”

La serie fa parte di una retrospettiva dei lavori di Yeo, la più ampia esposta finora dall’artista britannico.

Ma nell’epoca dei selfie, dice, guardiamo all’arte del ritratto con un occhio diverso: “Stiamo vivendo in un periodo in cui ogni giorno facciamo, creiamo, consumiamo, distorciamo, condividiamo immagini di noi stessi, fondamentalmente immagini ritratto, spesso autoritratti, sui social media e su piattaforme come Instagram e Facebook. Vediamo molte immagini di volti ma non le guardiamo più in modo diretto, semplice, come avremmo fatto un tempo”.

La retrospettiva del ritrattista Jonathan Yeo sarà aperta al pubblico al Museo di Storia Nazionale di Danimarca, nelle sale del castello di Frederiksborg, dal 20 marzo al 30 giugno.
Vedi l'originale