Moldova, in migliaia da giorni in piazza contro la corruzione

Ormai manifestano da oltre una settimana i moldovi, accampati nella piazza centrale di Chisinau. La protesta è stata originata dalla scomparsa di un miliardo e mezzo di dollari dalle tre principali banche del Paese, una somma che equivale al 15% del pil nazionale.

“La gente si è svegliata e ha deciso fermamente di riprendersi il Paese, di riprendersi questi milioni e di assicurare alla giustizia i colpevoli”: così Valentin Dolganiuc, del movimento “Dignità e giustizia” ha arringato la folla.

Chiedono le dimissioni dei dirigenti della Banca centrale e del procuratore generale. Nonchè quelle del presidente Timofti, alla guida del Paese dal 2012.

La tensione è alta. E succede spesso che sfoci in scontri tra manifestanti e polizia. Diverse persone sono state arrestate.Ma la popolazione non si arrende. Hanno intenzione di manifestare finhè non otterranno quello che chiedono. Il presidente, intanto, ha chiarito che non intende dimettersi.
Vedi l'originale